Parto prematuro e Salute orale

By 17 Novembre 2020Approfondimenti, Blog
parto prematuro, salute orale, salute dentale, igiene orale, igiene dentale, dentista, studio calesini, oral health, dental health, pregnancy, Giornata Mondiale della Prematurità, World Prematurity day, prematurity

Parto prematuro:

Il 17 novembre è la Giornata Mondiale della Prematurità (World Prematurity day), una manifestazione globale che ha come obiettivo quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della prematurità e delle malattie nei neonati.

La salute orale è parte integrante della salute generale.

“La nascita pretermine (parto pretermine) è la principale causa di mortalità e morbilità perinatale nei paesi sviluppati, con un’incidenza stimata del 13%.

 Sebbene i progressi nell’assistenza neonatale abbiano portato ad una riduzione del tasso di mortalità neonatale, i neonati nati prematuri sono ancora a rischio di sviluppare una vasta gamma di complicanze a breve e lungo termine, come le disabilità respiratorie, gastrointestinali e neuro-evolutive.

 Alla nascita pretermine sono stati associati diversi fattori di rischio; tra questi, l’infezione intrauterina è diventata uno dei fattori più importanti. 

Nonostante ciò, il parto prematuro non può essere considerato una singola malattia, ma piuttosto una sindrome caratterizzata da cause multiple ed in cui diversi fattori possono giocare un ruolo peculiare”.

Diversi studi sulla salute orale avvertono sull’impatto che essa può avere sulla salute delle donne incinta e loro bambini; in particolare nelle pazienti affette da parodontiti (malattie delle gengive) una condizione che aumenta il rischio di nascite pretermine, e conseguenze dirette sul peso inferiore di questi neonati.

 Le statistiche suggeriscono che, nel caso delle donne con malattie parodontali in gravidanza, è sette volte più probabile che nasca un bambino precoce e sottopeso.

 La spiegazione di questa associazione è basata sul fatto che la parodontite può trasferire l’’infiammazione materna al feto, innescando così la sindrome del parto pretermine che comprende l’aumento della contrattilità uterina, la maturazione cervicale e l’attivazione della membrana decidua.

 Sebbene gli effetti della carie dentale sugli esiti della gravidanza non sono stati totalmente esplorati, le donne incinte sono più sensibili alla carie dentale e alla gengivite rispetto alle loro controparti non incinta a causa del cambiamento della dieta e dei frequenti spuntini dovuti al desiderio di mangiare nonché dalla trascuratezza nel mantenimento dell’igiene orale.

 Nonostante questi dati, l’esatta connessione tra una scarsa qualità orale la salute e la nascita pretermine sono ancora sotto indagine.

RELAZIONE TRA PARTO PREMATURO E SALUTE ORALE:

 Si pensa che le “prostaglandine” stimolate dai batteri orali responsabili delle malattie parodontali si diffondano alla placenta ed al liquido amniotico scatenando una reazione che porta al travaglio pretermine ed alla rottura della membrana.

Sono stati trovati  elevati livelli di prostaglandine nelle  pazienti con  malattia parodontale grave.

 Inoltre, ci sono alcuni problemi orali che riguardano in particolare le donne incinte, per esempio la gengivite; circa la metà delle donne la gravidanza soffrono di questa condizione a partire dal secondo o terzo mese di gravidanza che aumenta di gravità per tutto l’ottavo mese.

 Questa patologia causa rossore, gonfiore, sanguinamento e friabilità dei tessuti gengivali.

 In alcuni casi, si formano i così chiamati “tumori della gravidanza”, che non sono cancerosi o maligni e sono generalmente indolori ma, nei casi più complessi, richiedono la rimozione da parte del dentista.

 Per le future mamme quindi, è ancora più importante preservare la salute orale frequentando regolarmente il dentista e prendendosi particolare cura di denti e gengive.

 Migliorare la salute orale prima e durante la gravidanza: ecco alcuni buoni consigli:

  • Bere acqua fluorurata.
  • Lavare tutti i giorni denti e gengive almeno due volte al giorno con un dentifricio al fluoro.
  • Usare il filo interdentale
  • Visitare regolarmente il dentista
  • Fare buone scelte nutrizionali limitando bevande dolci e zuccheri raffinati.
  • Includere vitamina C e calcio nella dieta quotidiana.
  • Riposare a sufficienza.
  • Imparare subito a prendersi cura delle gengive e dei denti del neonato.
  • Smettere di fumare e bere

Potrebbe interessarvi anche: https://www.studiocalesini.com/dodici-regole-per-scegliere-il-vostro-dentista/

  I cambiamenti ormonali durante la gravidanza possono influenzare il tessuto gengivale, rendendolo rosso, infiammato e dolorante (gengivite gravidica)

Questa condizione è ulteriormente peggiorata dalla placca e dai batteri che si accumulano nel solco gengivale e tra i denti. 

 Le future mamme, per mantenere la salute orale, dovrebbero sottoporsi a sedute regolari di igiene professionale dopo il primo trimestre di gravidanza.

 Un altro effetto indesiderato della gravidanza è il vomito dovuto alla nausea mattutina. Questo rigurgito di acidi gastrici può danneggiare i denti “sciogliendo” i minerali che formano lo smalto dei denti e causando carie.

 L’odontoiatra prescriverà un risciacquo al fluoro da utilizzare durante la gravidanza  a secondo  del bisogno e delle condizioni cliniche  di ogni singola paziente.

 Ricordiamo ancora che mangiare dolci e fare spesso spuntini  tra un pasto e l’altro favorisce l’insorgere della carie, è importante limitare i dolci all’ora dei pasti principali e scegliere spuntini sani tra un pasto e l’altro. 

Ricordatevi  di consultare sempre i medici specialisti per chiarire ogni dubbio sulla vostra salute. Gli articoli online forniscono informazioni utili ma generiche e non sostituiscono, in nessun modo, la visita specialistica.

 FONTI:
https://www.cdc.gov/NCHS/data/nvsr/nvsr55/nvsr55_14.pdf
https://www.mass.gov/Eeohhs2/docs/dph/research_epi/birth_report_2006.pdf
https://www.perio.org/consumer/pregnancy-treatment#2
https://www.dhs.wisconsin.gov/publications/p0/p00137.pdf

Leave a Reply