Agenesia Dentale: Malocclusione, impianto, corone in ceramica, faccette e microdonzia.

Agenesia Dentale: Malocclusione, impianto, corone in ceramica, faccette e microdonzia.

Con il termine di agenesia dentale,  si definisce la mancanza genetica di uno o più denti decidui o permanenti.

Agenesia Dentale: Nella maggior parte dei casi i denti assenti sono gli incisivi laterali superiori, i secondi premolari ed i denti del giudizio. Le agenesie dentali costituiscono una delle più comuni anomalie a livello dentale.

La causa, multifattoriale, è legata a fattori genetici ed ambientali che generano un’alterazione nei processi di sviluppo dentale.

Come risolvere l’agenesia dell’incisivo laterale superiore sinistro associata a malposizione del canino omolaterale?

In seguito, un caso clinico di come sia possibile risolvere i problemi prodotti dall’agenesia dell’incisivo laterale superiore sinistro:

Storia clinica.

  • Paziente B.G. femmina di 20 anni.
  • La madre della giovane paziente riferisce di aver chiesto il parere di diversi professionisti per risolvere il problema ma pensa che, dal momento che sia l’attenzione della figlia che la sua era centrata sull’agenesia dell’incisivo laterale superiore sinistro, il loro atteggiamento potrebbe aver condizionato tali professionisti nel formulare le soluzioni proposte.
  • La visita specialistica ha evidenziato una serie di problemi correlati all’agenesia del laterale che ha inscritto il problema in un contesto diverso ed evidenziato la necessità di un approccio multidisciplinare.

Problemi clinici.

La situazione clinica evidenzia:

  • Agenesia del laterale superiore sinistro
  • Assenza della prominenza radicolare nel sito del laterale superiore sinistro
  • Marcato disallineamento della linea mediana
  • Diastemi (spazi fra un dente e l’altro)

POTREBBE INTERESSARVI: “PROTESI DENTALI: LE COSE CHE I PAZIENTI DOVREBBERO CONOSCERE”

 Problemi percepiti dal paziente.

  • Estetica del sorriso alterata.
  • Insicurezza nell’affrontare la vita di relazione.

 Obiettivi della paziente (e della mamma)

  • “Siamo disposte a qualsiasi sacrificio per avere denti bianchi, ben allineati ed attraenti”.

Sinossi del piano di trattamento.

  • Terapia ortodontica per ridistribuire correttamente gli elementi naturali e ricreare lo spazio ideale per il laterale superiore sinistro.
  • Posizionamento di un impianto osteointegrato nel sito #2.2 (laterale superiore sinistro)
  • Ripristino della prominenza radicolare del laterale superiore sinistro.
  • Posizionamento di una corona nel sito #2.2 (laterale superiore sinistro)
  • Faccette additive (senza limare i denti naturali) in ceramica sugli elementi: #1,3, #1.2, #1.1, #2.1, #2.3 #2.4 (Canino, laterale e centrale superiore destri e canino e premolare superiore sinistri)

 Considerazioni terapeutiche.

  • La paziente è stata resa cosciente che solo un approccio multidisciplinare ortodontico, chirurgico e protesico avrebbe prodotto i risultati desiderati.

 Tempo totale di trattamento.

  • La risoluzione completa del caso ha richiesto circa nove mesi.

CASO CLINICO:

l'agenesia dell'elemento #2,2, un marcato disallineamento della linea mediana e microdontia degli elementi superiori.

l’agenesia dell’elemento #2,2, un marcato disallineamento della linea mediana e microdontia degli elementi superiori.

Il piano di trattamento prevede una fase ortodontica per ridistribuire correttamente gli elementi naturali.

Il piano di trattamento prevede una fase ortodontica per ridistribuire correttamente gli elementi naturali.

Il piano di trattamento prevede, dopo la terapia ortodontica per ridistribuire correttamente gli elementi naturali, il posizionamento di un impianto e di una corona nel sito #2.2 (laterale superiore sinistro) e faccette additive (senza limare i denti naturali) in ceramica sugli elementi: #1,3, #1.2, #1.1, #2.1, #2.3 #2.4 (Canino, laterale e centrale superiore destri e canino e premolare superiore sinistri)

È evidente l'assenza della prominenza radicolare ed il notevole deficit osteo-muco-gengivale correlato all'agenesia del #2.2

È evidente l’assenza della prominenza radicolare ed il notevole deficit osteo-muco-gengivale correlato all’agenesia del #2.2

 

 

Visione laterale della situazione clinica durante il trattamento ortodontico.

Visione laterale della situazione clinica al termine dell’intervento eseguito con l’approccio morphogenic tissue management

La situazione clinica al termine dell’intervento eseguito con l’approccio morphogenic tissue management che consente, contestualmente all’inserimento dell’impianto il miglioramento anatomico della zona trattata e la riformazione della naturale prominenza radicolare.

Fase chirurgica.

Esposizione dell'impianto.

Esposizione dell’impianto.

È visibile il ripristino anatomico del sito prodotto con l’approccio morphogenic tissue management.  

Situazione clinica due mesi dopo il termine del trattamento

Situazione clinica due mesi dopo il termine del trattamento

Visione frontale della situazione clinica due mesi dopo il termine del trattamento La visione frontale permette di apprezzare la forma ed il livello della parabola gengivale del #2.2 coerenti a quelli degli elementi naturali adiacenti e la presenza della prominenza radicolare omologa a quella presente nei denti naturali

Visione frontale della situazione clinica dopo nove anni dal termine del trattamento.

Situazione clinica due mesi dopo il termine del trattamento

 

Situazione clinica due mesi dopo il termine del trattamento 

La radiografia di controllo mostra il mantenimento a lungo termine dell’osteointegrazione e la perfetta salute dell’osso peri-implantare.

La radiografia di controllo mostra il mantenimento a lungo termine dell’osteointegrazione e la perfetta salute dell’osso peri-implantare.

 

Per saperne di più potete visitare il nostro Canale Youtube

7 Comments

Leave a Reply